iphone-12-13-pro-max-ios-apple-raffreddamento-vapore-prezzo-costo-fotocamere

Abbiamo già sentito alcune voci su ciò che potrebbe avere in serbo l’iPhone 13 per la fine dell’anno. Ora, una nuova tecnologia di prossima generazione potrebbe aggiungersi all’elenco delle potenziali caratteristiche del device. Parliamo del raffreddamento a vapore.

Secondo il noto analista Apple Ming-Chi Kuo, tramite AppleInsider, Apple sta “testando in modo aggressivo” la tecnologia per includerla nei futuri iPhone. Non é ancora chiaro se la tecnologia sará pronta per gli smartphone nel 2021.

iPhone 13 sará svelato a settembre 2021

Il sistema di raffreddamento è essenzialmente una versione miniaturizzata di quelli visti su piattaforme di gioco di fascia alta. L’acqua o un altro tipo di liquido viene evaporato dal calore proveniente dai componenti interni chiave, con l’energia termica che si diffonde all’interno.

Una nuova tecnologia di raffreddamento significa meno rischi di surriscaldamento e velocità potenzialmente più elevate per app e film sullo schermo. Secondo Kuo, Apple ha lavorato alla tecnologia per un po’ di tempo, anche se essa non è stata ancora considerata di standard elevato per poter essere inclusa negli smartphone.

Le camere di vapore sugli smartphone non sono in realtà nuove: Huawei ne ha inclusa una nel Mate 20 X, ad esempio, e sappiamo che Microsoft ha esplorato il concetto come una potenziale opzione per mantenere i suoi dispositivi mobile più freschi. Soprattutto in periodi prolungati di stress elevato, quindi nei giochi e in altre app impegnative, a volte le CPU e le GPU devono “rallentare” per evitare che i componenti si surriscaldino e causino un arresto anomalo del sistema.

Un raffreddamento più avanzato aiuterebbe a risolvere questo problema, mantenendo l’iPhone fresco al tatto, indipendentemente da come viene utilizzato. Tuttavia, senza alcuna notizia ufficiale da parte di Apple, potremmo dover aspettare fino a settembre per vedere se ció verrà incluso nell’iPhone 13.