Dopo che le recenti modifiche alla privacy di WhatsApp sono state pubblicate, i numeri di base degli utenti delle sue alternative Signal e Telegram sono aumentati quasi immediatamente. In un breve lasso di tempo, entrambe le piattaforme di messaggistica hanno visto milioni di nuovi utenti scaricare le rispettive applicazioni.

Parlando prima di Signal, l’app di messaggistica ha visto un grande afflusso di nuovi utenti, con la società che vede nuovi download che si avvicinano al milione ogni giorno. Per chi non lo sapesse, Facebook ha recentemente aggiornato la sua politica sulla privacy per WhatsApp e altre piattaforme, il che l’ha portata a ricevere molte critiche sulla sicurezza dei dati e sulla privacy dei suoi utenti.

Telegram e Signal sono i preferiti dagli utenti WhatsApp

Da allora, molti sono passati ad alternative come Signal, che ha visto oltre 810.000 download solo la scorsa domenica. Ciò ha segnato una crescita di quasi 18 volte in una sola settimana, come spiegato da ETNews. L’ultima politica sulla privacy di WhatsApp prevede che la società si riservi il diritto di condividere i dati dell’utente, inclusi posizione, numero di telefono, con la sua società madre Facebook e le sue altre piattaforme di social media come Instagram e Messenger.

Simile a Signal, anche Telegram ha visto un enorme afflusso di nuovi utenti, con la piattaforma che ha visto 25 milioni di nuovi download nelle ultime 72 ore. Di questa cifra, il 38% di tutti i nuovi utenti proviene dall’Asia. Altre regioni come l’Europa rappresentano il 27%, mentre le regioni America Latina e MENA rappresentano rispettivamente il 21% e l’8%.

Con il mondo che diventa sempre più attento alla privacy, il passaggio da WhatsApp ha sostanzialmente portato a un esodo di massa dall’app ad altre piattaforme, che offrono migliori standard di privacy e protezione dei dati degli utenti. Resta da vedere come WhatsApp risponde alla sua situazione attuale.