celle solari trasparenti

Negli ultimi decenni le celle solari sono diventate sempre più economiche, green ed efficienti. Ma, la principale loro nota negativa è il fatto che rimanevano comunque opache. Ciò, ovviamente, in qualche modo le rendeva molto meno efficienti di quanto non lo fossero. Così, un gruppo di scienziati han deciso di mettere a punto delle celle solari green, efficienti, economiche ma dall’aspetto diverso rispetto a quelle tradizionali. Infatti, hanno creato delle celle solari completamente trasparenti. Scopriamo insieme come sono state costruite.

Il lavoro che descrive questa incredibile invenzione è stato pubblicato sulle pagine del Journal of Power Sources da un team di scienziati dell’Università nazionale coreana di Incheon. I ricercatori coreani, nello specifico, hanno creato delle celle solari totalmente trasparenti che, addirittura, potrebbero rendere le finestre delle nostra abitazioni dei veri e propri generatori di energia. Per riuscire nell’intento, gli studiosi hanno ben pensato di sfruttare due materiali semiconduttori in grado di catturare la luce e trasformarla in corrente elettrica.

Ecco gli “ingredienti” utilizzati per costruire le celle solari trasparenti

I materiali di cui stiamo parlando sono il biossido di titanio che assorbe la luce ultravioletta invisibile ad occhio nudo e, l’ossido di nichel che possiede una elevata trasparenza. Sono questi i due principali “ingredienti” delle celle solari trasparenti messi a punto dai ricercatori coreani. È dalla combinazione di questi due materiali che essi hanno ottenuto una cella solare che presenta un substrato di vetro coperto di ossido di metallo che svolge la funzione di elettrodo. In cima a quest’ultimo, si trovano due strati dei due materiali semiconduttori e un rivestimento finale di nanofili d’argento che svolge la funzione di secondo elettrodo.

Queste nuove celle solari completamente trasparenti hanno dimostrato un’efficienza di conversione del 2,1%. Una percentuale considerata piuttosto buona poiché sfrutta solo una piccola parte dello spettro luminoso. Si tratta di una invenzione davvero straordinaria che potrebbe consentire davvero alle finestre delle nostre case di trasformarsi in generatori di energia ad altissima efficienza.

FONTEJournal of Power Sources