La scorsa settimana, gli utenti di WhatsApp hanno ricevuto una sorta di ultimatum: o accetti di condividere i tuoi dati con Facebook, o puoi dire addio alla piattaforma di messaggistica istantanea più popolare al mondo. I nuovi termini di servizio entreranno in vigore l’8 febbraio. Se entro tale data non si decide di accettare la nuova politica, non si potrà più utilizzare il servizio.

Ora, non sappiamo se tutti i nostri lettori saranno d’accordo nel condividere i propri dati (che ricordiamo includere Posizione, Modello del dispositivo, Sistema operativo, Livello della batteria, Dettagli del browser, Metodo di elaborazione dei pagamenti, transazioni e dati di spedizione) con Facebook e applicazioni di terze parti. Per cui, abbiamo selezionato alcune alternative che si potrebbero prendere in considerazione.

Alternative a WhatsApp che puoi prendere in considerazione

Telegram

Non ha bisogno di presentazioni. Disponibile sia per utenti Android che iOS, offre praticamente le stesse funzionalità di WhatsApp (e anche qualche chicca esclusiva): puoi inviare e ricevere messaggi, condividere file e contenuti multimediali, effettuare chiamate e video-chiamate. Inoltre, Telegram supporta chat di gruppo con un massimo di 200.000 persone, canali pubblici, aggiunta di un contatto tramite nome utente, condivisione di file fino a 1,5 GB, blocco con codice e messaggi con timer di auto-distruzione. La piattaforma usa anche la crittografia end-to-end, proprio come WhatsApp.

Signal

L’app ha registrato un notevole aumento degli utenti negli ultimi due anni, grazie alla sua particolare attenzione rivolta alla privacy. Signal, infatti, non collega alcun dato alla tua identità. Inoltre, l’app dispone di codici di sicurezza per verificare che le chiamate ed i messaggi inviati a una chat siano crittografati end-to-end. Puoi inviare messaggi in tempo reale, avviare video-chiamate o chiamate vocali e partecipare a conversazioni di gruppo. 

Threema

L’app non richiede un numero di telefono o altre informazioni personali per la registrazione. Threema salva anche il minor numero di dati tecnicamente possibile sui server, senza lasciare spazio a un uso improprio. L’app elimina i messaggi dai suoi server non appena vengono consegnati al destinatario. Con Threema Web, puoi anche utilizzare l’app di messaggistica dal desktop, proprio come WhatsApp.