canone rai

Il canone Rai 2021 potrà essere gratis per milioni di consumatori sul territorio italiano, che presenteranno richiesta di esenzione direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, e sopratutto che rispetteranno determinati requisiti fondamentali per la domanda.

La tassa, dal 2006, viene applicata automaticamente dallo Stato nel momento in cui un utente attiva un contratto di fornitura elettrica, questo sulla presunzione che di conseguenza si sia in possesso di un televisore. In caso contrario, il consumatore ha la possibilità di richiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai, dichiarando il non possesso di un apparecchio televisivo; in questo modo non si pagherebbe la tassa, ma bisognerebbe prestare la massima attenzione, a non dichiarare il falso, in caso contrario se scoperti si rischierebbe una pena detentiva, poiché commesso un reato penale.

Canone Rai 2021: per chi è gratis

Gli altri utenti che possono richiedere l’esenzione dal canone Rai 2021, sono gli over 75, ovvero coloro che al momento della presentazione della domanda hanno compiuto almeno 75 anni di età. I vincoli per questa categoria sono un reddito famigliare annuo inferiore agli 8000 euro, e l’assenza di altre persone con un reddito proprio nello Stato di Famiglia (non considerati i collaboratori domestici o badanti).

Rispettando entrambi i requisiti, per ottenere la totale esenzione dalla tassa è necessario presentare la domanda entro non oltre il 31 gennaio 2021, in caso contrario verranno addebitati i primi 6 mesi, corrispondenti a circa 45 euro dei 90 originariamente previsti. La domanda è da scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate, ricordando difatti che il meccanismo non è automatico, anche se ne aveste diritto, non verrà attivato da solo.