contatori

Con lo scoppio della pandemia di COVID-19 si è diffusa in tutta Italia la vecchia truffa dei contatori modificati. Centinaia di migliaia di consumatori si sono infatti rifugiati in metodi poco legali per risparmiare qualche soldo ogni mese. Per evitare di infrangere la legge, poiché ricordiamo che si rischiano dai sei mesi ai tre anni di reclusione, di seguito vi illustriamo alcuni dei principali bonus che permettono alle famiglie Italiane di risparmiare diverse centinaia di euro sulle bollette mensili. Ecco di seguito tutti i dettagli.

Contatori Modificati: il bonus Luce e Gas permette di evitare la truffa

Risparmiare in maniera legale sulle bollette di luce e gas è finalmente possibile. Grazie ai nuovi bonus Luce e Gas, le cui informazioni sono disponibili sul sito ufficiale di ARERA, ovvero l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, è infatti possibile ottenere fino a 200 € di sconto in bolletta. Scopriamo quindi di seguito quali sono i requisiti minimi per poter accedere agli incentivi offerti dallo Stato.

Bonus Gas

Per ottenere il nuovo bonus Gas i consumatori italiani dovranno rispettare i seguenti requisiti:

  1. nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. famiglia con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  4. misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

Bonus Luce

Per quanto riguarda il bonus Luce, invece, i requisiti cambiano leggermente. Ecco di seguito tutti i dettagli:

  1. appartenenza ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Chiunque risulterà essere abilitato alla richiesta del Bonus, potrà quindi ottenere i seguenti sconti:

  • Numerosità familiare 1-2 componenti: € 125
  • famiglie da 3-4 componenti: € 148
  • nuclei familiari con oltre 4 componenti: € 173