Proxima

Un insolito segnale radio captato da Proxima Centauri potrebbe preludere alla scoperta di una civiltà extraterrestre intelligente. La rilevazione e la conseguente teoria stanno facendo discutere la comunità scientifica, che ad oggi non riesce a trovare una spiegazione plausibile al segnale ricevuto.

Ciò che ha stupito gli esperti è la frequenza di questo segnale, pari a 982 MHz, che solitamente è associata più ad attività antropiche o comunque artificiali piuttosto che appartenere a qualche fenomeno che si verifica in natura.

Proxima Centauri, ipotesi segnali alieni dalla stella più vicina al nostro Sistema Solare

Per chi non la conoscesse, Proxima Centauri è la stella più vicina al Sole, con una distanza di soli 4,2 anni luce in direzione della costellazione del Centauro. Si tratta di una nana rossa appartenente al sistema di Alpha Centauri scoperta in Sudafrica nel 1915 dall’allora direttore dello Union Observatory, Robert Innes.

Da allora gli scienziati di tutto il mondo hanno continuato a studiarne le caratteristiche e cercare di coglierne i segnali, anche utilizzando potenti strumentazioni capaci di captare debolissime onde radio. Questo ha permesso di rilevare la radiazione in questione, emessa su una frequenza riconducibile perlopiù ad attività artificiali, anche se lo studio è tuttora in corso e non si hanno certezze in merito a questa teoria.

La ricerca prosegue, benché gli scienziati al lavoro mantengano un certo scetticismo scientifico e una buona dose di distacco verso queste ipotesi: la pubblicazione di una prima tranche di studi, effettuati dall’Università della California, dovrebbe avvenire nei prossimi mesi. Ma intanto una simile notizia non poteva passare inosservata, e l’interesse è aumentato nel tempo; per giunta, si esclude che il segnale sia dovuto ad un’interferenza proveniente dalla Terra.