Huawei ha presentato uno smartphone progettato totalmente per superare i limiti. Ecco dunque Huawei Mate 40 Pro, attuale top di gamma dell’azienda cinese che ha il compito di provare a risollevare le sorti del colosso dopo la dipartita dei servizi di Google.

Mate 40 Pro si basa su un form Factor da primo della classe ma soprattutto su un comparto fotografico, come sempre, da primo della classe.

Design, display, CPU e batteria

L’estetica di Mate 40 pro di distingue soprattutto per le linee estremamente ricercate. Lo smartphone si sviluppa su un pannello frontale che racchiude lo schermo da 6,76 pollici OLED FHD+ e su una scocca posteriore caratterizzata dall’iconico Space Ring contenente le fotocamere. Gli angoli sono smussati al minimo e favoriscono la curvatura estrema da ben 88°. Nonostante le grandi misure, Mate 40 Pro risulta abbastanza ergonomico anche se più per chi ha mani grandi. L’utilizzo ad una mano risulta pertanto proibitivo anche a causa dell’eccessiva curvatura.

La potenza è affare ormai di famiglia con una CPU HUAWEI Kirin 9000 (Octa-core, 1 x Cortex-A77 basato a 3,13 GHz + 3 x Cortex-A77 basato a 2,54 GHz + 4 x Cortex-A55 basato a 2,05 GHz) e con 8GB di RAM accompagnati da una memoria interna da 256GB.

Infine la durata è garantita grazie alla batteria da 4.400 mAh ricaricabile a 60W e a 50W wireless. Ancora assenti i servizi di Google parzialmente rimpiazzati dalla presenza di Huawei App Gallery e altre soluzioni di diversa natura da quella di BigG.

Fotocamere: Cine Camera Ultra Vision e fotocamera selfie Ultra Vision

Le fotocamere posteriori, ben quattro, vanno a racchiudersi nel ring, l’anello sul retro che rende il design di Huawei Mate 40 Pro a dir poco iconico.

Il sistema di fotocamere Space Ring permette dunque una visione estremamente rivisitata, basata su un sensore principale da 50 mp, una cinecamera da 20 mp dedicata ai video oltre ad un sensore zoom 5x periscopico che offre grandi scatti a distanza. Infine ecco un sensore da 13 mp supportato da una camera ToF per l’effetto ritratto.

Sul fronte ecco la selfie camera da 13 mp con apertura F/2.4 per selfie e video al limite della perfezione.

Huawei Mate 40 Pro: scheda tecnica

  • Display da 6,76 pollici, OLED fino a 240 Hz, FHD+ 2772 x 1344, 16.7 milioni di colori
  • CPU HUAWEI Kirin 9000 (Octa-core, 1 x Cortex-A77 basato a 3,13 GHz + 3 x Cortex-A77 basato a 2,54 GHz + 4 x Cortex-A55 basato a 2,05 GHz)
  • GPU 24-core Mali-G78
  • NPU Dual Big Core + Tiny Core NPUs (Unità di elaborazione della Rete Neurale)
  • RAM + ROM 8 GB RAM + 256 GB ROM
  • Fotocamera Posteriore Ultra Vision Camera da 50 MP (obiettivo grandangolare, apertura f/1.9) Cine Camera da 20 MP (obiettivo ultra grandangolare, apertura f/1.8 ) Teleobiettivo da 12 MP (apertura f/3.4, OIS), supporta AF, Zoom digitale, Zoom ottico, Zoom ibrido, video fino 3840 x 2160 pixel, supporta la registrazione video a 720 pixel in ultra slow motion a 3840 fps.
  • Fotocamera selfie Ultra Vision da 13 MP (obiettivo grandangolare, f/2.4), Fotocamera di rilevamento profondità 3D, video fino a 3840 x 2160 pixel, supporta la registrazione video a 1080 pixel in ultra slow motion a 240 fps.
  • Batteria da 4400 mAh, HUAWEI SuperCharge (Max 66 W)
  • Connettività: WLAN 2,4 GHz e 5 GHz, 802.11 a/b/g/n/ac/ax, 2 x 2 MIMO, HE160,1024 QAM, 8 Spatial-stream Sounding MU-MIMO, Bluetooth 5.2, Supporta BLE, SBC, AAC, LDAC, USB di Tipo-C, USB 3.1 GEN1
  • Sistema operativo: EMUI 11.0 (Basato su Android 10)

Conclusioni

Lo smartphone gode di tutte le migliori caratteristiche e risulta davvero difficile trovare di meglio. Huawei Mate 40 Pro è disponibile nelle colorazioni bianco e nero al prezzo di 1.249 euro, abbastanza impegnativo se si pensa all’assenza dei servizi Google. Magari ad un prezzo leggermente più basso avrebbe attratto una cornice di pubblico più gremita.

Huawei Mate 40 Pro

1.229
9

Design

9.0/10

Prestazioni

9.5/10

Prezzo

7.0/10

Fotocamera

10.0/10

Batteria

9.5/10

Pro

  • Fotocamera
  • Batteria
  • Design

Contro

  • Assenza del Play Store
  • Prezzo
  • Uso ad una mano