fake-asteroide-sulla-terra-il-giornale

Asteroide in rotta di collisione sulla Terra. Sappiamo benissimo quante fake news girino sul web e conosciamo l’importanza di saperle rilevare per non lasciarsi allarmare da notizie infondate. Tuttavia, quando una falsa notizia ci arriva da una testata con un certo seguito, è impossibile non provare un po’ di amarezza se non addirittura indignazione.

Il Giornale e l’impatto immaginario di un asteroide contro la Terra

È stato il caso de “Il Giornale“, testata molto nota la quale purtroppo non si sta distinguendo per affidabilità. Di recente infatti, ha pubblicato un articolo in cui annuncia l’impatto di un asteroide contro la Terra. La notizia, di primo acchito, sembrava data per certa, come si trattasse di un’informazione fondata. Le probabilità che questo asteroide si schianti realmente sulla terra, sono appena dello 0, 0038%, pressoché nulle.

Successivamente, leggendo l’articolo, ci accorgiamo che il tiro viene corretto e si specifica meglio che nessun asteroide colpirà la Terra, che si tratta solo di una lontanissima ipotesi, ma il danno è ormai fatto. Come ben sapete esistono i classici titoli “clickbait”, i quali vengono studiati per attirare click ma che in realtà spesso nascondono disinformazione. Nei casi peggiori istigano chi li legge ad andare nel panico e a credere che la propria vita possa essere in pericolo.

È chiaro che il problema venga da ambo le parti, in molti casi. Esistono diversi blog che non riescono a ottenere grandi visualizzazioni sui propri articoli a meno di non scrivere un titolo accattivante. Persino il nostro, non è esente da questo tipo di dinamiche, talvolta. Tuttavia esiste una linea di confine tra il creare curiosità e il creare panico e disinformazione, specialmente quando si tratta di una rivista con un impatto mediatico notevole come Il Giornale. Tempo fa, la stessa testata ha riconosciuto di aver pubblicato una fake news riguardante Laura Boldrini e a questo punto, risulta difficile nutrire fiducia che non sia successo altre volte, o che non capiti ancora.