teletrasporto quantisticoIl teletrasporto quantistico continua a fare passi in avanti e a battere record; questa volta la nuova tecnologia è riuscita a trasportare alcuni qubit di informazioni per circa 43 chilometri ad una velocità maggiore di quella della luce. Il risultato, riportato sulle pagine della rivista specialistica PRX Quantum, apre le porte di un nuovo mondo nella trasmissione dei dati.

Sicuramente un risultato strepitoso ma che richiede ancora molto impegno prima che possa vedere un’applicazione pratica nella vita di tutti i giorni. Resta comunque un primo passo verso una rete quantistica; una tecnologia che sarebbe in grado di superare la velocità degli attuali supercomputer di circa 100 trilioni di volte; per usare un eufemismo un bel boost tecnologico.

Teletrasporto quantistico: le parole dei ricercatori

 

Queste le parole della ricercatrice Maria Spiroplu ricercatori dopo l’annuncio del successo: “Nell’internet quantistico le informazioni memorizzare in qubit vengono trasportate su lunghe distanze attraverso l’entaglement, un fenomeno per cui due particelle sono collegate in modo tale che le informazioni siano condivise tra le varie unità esattamente nello stesso momento. Per questo motivo dimostra la teoria è stato tecnologicamente impegnativo”.

La ricercatrice ha poi continuato dichiarando: “I risultati indicano una fedeltà di oltre il 90 per cento e si tratta di un successo davvero significativo, perché una buona fedeltà, cioè la vicinanza tra il segnale di partenza e quello di arrivo, è fondamentale nel caso delle reti quantistiche progettate per collegare dispositivi quantistici avanzati“. Sembra dunque che il percorso per rendere reale, e di utilizzo pubblico, il teletrasporto quantistico sia ormai avviato.