blank

Ha del surreale quanto accaduto a Christian Ciciriello, 25enne titolare dell’azienda Euromediashop di Tuturano (Brindisi), la quale nelle ultime settimane aveva conquistato le luci della ribalta grazie a offerte imperdibili su prodotti di consumo elettronici, nel dettaglio soprattutto iPhone e le nuove Playstation 5, le quali negli ultimi tempi sono diventate oggetto del desiderio di numerosi giocatori a causa della loro mancanza sul mercato.

L’azienda, in una sorta di operazione Salva Natale, aveva riempito le proprie casse grazie ad oltre 13mila ordini sul proprio sito puntando sulla disponibilità e sul prezzo al ribasso per attirare i consumatori in cerca delle ultime piattaforme da gaming altrimenti introvabili.

La truffa e poi la resa

La situazione nel tempo però ha iniziato a sfuggire di mano al giovane titolare, assumendo dimensioni a dir poco spropositate, il giovane residente a Brindisi ha infatti si iniziato a spedire alcuni dei prodotti sottocosto, senza mai evadere iPhone o console next-gen, salvo poi arrivare ad accettare ordini impossibili da soddisfare.

Così facendo Ciciriello ha accumulato bonifici per un valore di oltre 800.000 euro, arrivando a trovarsi in una situazione a dir poco ingestibile fino a quando poi non ha deciso di dileguarsi nel nulla, il numero di telefono è stato cancellato, la pagina Facebook rimossa e il sito dove accettava gli ordini completamente rimosso dal web.

Euromediashop ha cessato la propria esistenza in un batter d’occhio scatenando ovviamente la furia di tutti coloro che, avevano sudato i risparmi investiti in un acquisto rivelatosi sostanzialmente un buco dell’acqua.

Il giovane titolare però dopo poco tempo ha deciso di costituirsi alla Guardia di Finanza di Brindisi, così come dichiarato in un audio inviato all’emittente locale Antenna Sud – Canale 85,”Chiedo scusa a tutte le persone che ho raggirato: oggi vado a costituirmi”, poco dopo si è infatti presentato, accompagnato dal suo avvocato Luigi De Franco, presso la caserma, confessando il proprio reato e di aver perso il controllo della situazione, con un forte dispiacere per tutti coloro che sono state vittime ed augurando che tutti possano recuperare i propri soldi che però Cicirello stesso afferma di aver devoluto in beneficienza.