Brooklyn-nine-nine

Oggi ci piacerebbe consigliarvi delle serie TV che si trovano su più di una piattaforma e non solo Netflix. Brooklyn Nine-Nine e The Good Place sono infatti presenti sulla piattaforma Californiana, mentre The Office è presente su Prime Video. Come mai questa scelta? Semplicemente le tre serie hanno un punto in comune: Michael Schur, autore di tutte e tre le serie.

Brooklyn Nine-Nine, The Office, The Good Place, tre serie memorabili, un solo autore

Parliamo prima di Brooklyn Nine-Nine. Questa serie, attualmente presente nel catalogo Netflix, vanta già 7 stagioni e il rinnovo per l’ottava. I protagonisti sono moltissimi e tutti esilaranti e diversi tra loro. Andy Samberg in particolare, interpreta il detective Peralta, un poliziotto ambizioso e in gamba, sebbene sia un perfetto idiota. Capitanato da Holt e a fianco della detective Santiago, risolverà una quantità notevole di casi. Una serie davvero molto carina.

Cosa fareste se, una volta morti, vi trovaste in paradiso, o qualcosa di simile, sapendo che probabilmente c’è stato un errore e dovreste trovarvi all’inferno? È questo il incipit della serie chiamata The Good Place. Con un’ottima dose di brillanti risate, i protagonisti dovranno districarsi tra incredibili colpi di scena che renderanno costantemente viva l’attenzione del pubblico.

The Office è invece presente nel catalogo Prime. Le vicende si svolgono all’interno di un ufficio vedono protagonisti i dipendenti, il capo della segretaria. Il capo (Steve Carrell) è un idiota tremendamente bisognoso di affetto che si rende costantemente ridicolo davanti ai suoi dipendenti. La serie ha avuto un successo pazzesco sebbene sia tratta dall’omonima serie britannica scritta da Ricky Gervais.