operatori telefonici

Tutti gli studenti che a causa del Covid devono rimanere forzatamente a casa e seguire le loro lezioni con la didattica a distanza, possono godere di ottime notizie. Infatti, secondo quanto dichiarato recentemente, grazie ad un accordo stipulato dal Governo con i principali operatori telefonici italiani, la DAD non consumerà più il traffico dati degli abbonamenti telefonici, personali o familiari. Una trovata davvero importante che potrebbe portare gli italiani ad avere una consistente spesa in meno. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

Operatori telefonici: con il nuovo accordo la didattica a distanza sarà gratuita

L’iniziativa a detta di molti è davvero molto interessante. Con molta probabilità, la suddetta sarà accolta e portata avanti con molto entusiasmo ed è partita principalmente dai Ministri per l’Istruzione Lucia Azzolina, per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano. I suddetti, di fatto, hanno il merito di aver interpellato i maggiori operatori di telefonia mobile come TIM, Vodafone e WindTre, affinché potessero rendere più agevoli le lezioni da remoto agli studenti.

La disponibilità degli operatori telefonici è stata davvero esemplare, tanto che hanno accolto subito la richiesta per aiutare gli studenti e le famiglie in questo periodo molto difficile dove l’istruzione e la didattica a distanza sono due cose davvero imprescindibili.

Dunque, andando ancora di più nel dettaglio, sono TIM, Vodafone e WindTre che hanno escluso dal consumo dei giga degli abbonamenti le piattaforme di didattica a distanza indicate dal Ministero dell’Istruzione.