chip

Alcuni giovani scienziati hanno messo a punto un chip per computer che dovrebbe essere il più potente e veloce mai prodotto finora. La sua estrema velocità gli permetterebbe, addirittura, di “prevedere” cosa può accadere in un determinato contesto. Il tutto con una rapidità che supera anche le stesse leggi della fisica.

A presentare questo nuovo chip è uno studio pubblicato in pre-print su ArXiv e riporta la firma di scienziati facenti parte della start-up Cerebras Systems. Essi hanno annunciato la loro creazione durante una conferenza online sul supercomputing. Il chip, denominato Cerebras CS-1 contiene 1,2 trilioni di transistor e ha delle dimensioni notevoli. Si tratta di un quadrato da 21 cm per lato che alloggia, al momento, in un computer delle dimensioni di un frigorifero. Un dispositivo che a breve gli scienziati inizieranno ad utilizzare per migliorare ancora di più i risultati grazie all’impiego dell’intelligenza artificiale, soprattutto del deep learning.

Questo nuovo chip è un dispositivo le cui prestazioni non possono essere raggiunte neanche dai supercomputer più potenti esistenti ad oggi, indipendentemente dal numero di CPU e GPU su cui possono contare. Funziona addirittura 200 volte più velocemente del supercomputer Joule. Quest’ultimo è uno dei più potenti al mondo che utilizza dei chip Intel Xeon con 20 core per ogni chip per un totale di 16.000 core. Per calcolare i processi di combustione di un propulsore, Joule ha impiegato 6 millisecondi, Cerebras solo 28 microsecondi. Una differenza abissale. Ciò grazie al fatto che questo nuovo chip può contare su un totale di 381.276 core di elaborazione. Inoltre, i ricercatori hanno intenzione di utilizzare il loro chip per addestrare nuove reti neurali al fine di eseguire simulazioni ancora più fedeli della realtà.

FONTEArXiv