Fine del Mondo: l'altra faccia della medaglia che non conoscevate

Le teorie sulla presunta fine del mondo messe in piedi dalla popolazione dei Maya o dal profeta Ezechiele mirano a conclusioni legate alle catastrofi naturali. Nella prima infatti il popolo aveva previsto una fine del mondo simile a quanto aspettato nel 2012 e con protagonista la natura. (Fortunatamente questa si sarebbe dovuta avverare a Luglio 2019, ma così non è stato). La seconda invece, che ha a che fare con i racconti della Genesi, si riferisce alla distruzione di Sodoma e Gomorra e ciò che accadde alla valle del Mar Morto a seguito di questa. Fino ad ora però non si ha dato peso alle altre possibili cause della fine di tutto che possono coinvolgere la Galassia, il Buco nero e il Sole.

 

Fine del mondo: la fine meno conosciuta

  • La morte del Sole: la stella madre del sistema solare potrebbe essere uno dei motivi per cui il nostro pianeta finirà il proprio ciclo vitale. Le teorie sono due: da una parte il Sole si spegnerà lentamente, lasciando il pianeta al suo destino. Dall’altra invece il pianeta verrà completamente agglomerato dal Sole nel caso in cui questo muti in una Gigante rossa.

 

  •  Raffreddamento del nucleo: l’altra possibile causa potrebbe riguardare il silenzio della Terra e il raffreddamento del nucleo. Ciò porterebbe la distruzione della magnetosfera che ci protegge dai venti solari;

 

  • Il passaggio di un buco nero: l’ultima opzione vede protagonista il buco nero. Questo sarebbe infatti in grado di assorbire l’intero pianeta nonostante l’orizzonte degli eventi portando alla fine del mondo.