Proprio ieri, lunedì 9 novembre 2020 l’operatore Kena Mobile ha avviato la definitiva dismissione del proprio servizio MMS. L’attuale secondo brand di TIM per il mercato mobile retail consumer aveva già ufficializzato la decisione in passato, attraverso un apposito avviso apparso sul proprio portale ufficiale.

L’attesa non è stata tradita, le anticipazioni sono state confermate e il fatidico giorno è arrivato. Scopriamo insieme tutti i dettagli e cosa cambierà.

 

Kena Mobile avvia la dismissione del servizio MMS

Kena Mobile è un gestore virtuale operante in Italia attraverso la rete di TIM in GSM, GPRS, EDGE, UMTS, HSDPA e 4G LTE con velocità massima fino a 30 Mbps in download e fino a 5,76 Mbps in upload. Tutte le attuali offerte in commercio di Kena Mobile prevedono tale limite.

All’interno della propria comunicazione ufficiale, l’operatore giallo ha voluto precisare che la dismissione del servizio MMS non comporterà cambiamenti di costi e del contenuto dell’offerta che il cliente possiede. Continueranno, infatti, a funzionare senza problemi i servizi di chiamata voce, SMS e navigazione in Internet, oltre agli altri servizi accessori, come ad esempio quelli di reperibilità.

A decretare la fine del servizio di Messaggistica Multimediale conosciuto con l’acronimo di MMS (Multimedia Messaging Service), è stato l’avvento e la celere diffusione delle app di messaggistica istantanea come Whatsapp, Telegram e non solo. E’ giusto ricordare che l’operatore virtuale, precedentemente alla pubblicazione dell’avviso ufficiale sul proprio portale, durante il mese di Luglio 2020 aveva iniziato ad avvisare alcuni propri clienti dell’imminente chiusura, attraverso l’invio di apposite comunicazioni SMS. Non possiamo quindi affermare di non aspettarci questo momento.