Bonus pc

Il mese di Novembre può essere definito come il mese dei bonus. Nei giorni scorsi si è parlato a lungo della partenza (non senza qualche polemica e qualche intoppo) per il bonus bici. In maniera contestuale, la scorsa settimana è partito ufficialmente il bonus pc. Per una grande parte degli italiani c’è la possibilità di ricevere un rimborso sino a 500 euro per l’acquisto di un computer, tablet o simili dispositivi.

 

Bonus pc e tablet: sino a 500 euro per l’acquisto dei dispositivi

Gli italiani che vogliono assicurarsi il bonus pc devono seguire una procedura molto particola. Quest’incentivo, infatti, si differenzia nel metodo di richiesta dal già citato sconto per le bici o anche dal famoso bonus vacanze.

Per accedere allo sconto per l’acquisto del dispositivo, gli interessati non dovranno collegarsi con un apposito sito della PA, ma fare richiesta ad un operatore telefonico. In maniera particolare, gli italiani dovranno confrontarsi con Infratel, la società ministeriale che riunisce tutti i provider che hanno aderito all’iniziativa.

La ricezione del bonus pc è vincolata alla sottoscrizione di un abbonamento con uno degli operatori facenti parte di Infratel. L’agevolazione si divide in questo modo: gli italiani riceveranno da 200 a 400 euro come sconto netto sull’abbonamento telefonico e 300 euro per la dotazione del dispositivo (pc o tablet che sia).

Il Governo ha stanziato una somma di 204 milioni di euro. Tale somma dovrebbe essere sufficiente a soddisfare ogni richiesta. Ad ogni modo, il bonus pc sarà disponibile sino a conclusione dei fondi previsti. A richiedere lo sconto potranno essere gli italiani con ISEE uguale o inferiore a 20.000 euro.