blank

Chi non ha mai dovuto ricorrere ad una presentazione, o un video di alcuni dei prodotti che offre, o dei servizi che ha a disposizione da inviare ai potenziali clienti che vogliono assumerlo. Tuttavia, non tutti hanno gli strumenti necessari, quindi alla fine ci si accontenta di portare un semplice documento di testo e poco altro sotto le braccia.

L’idea di Google per sfruttare l’intelligenza artificiale a beneficio del cliente

Google vuole porre fine ai limiti che questi strumenti ci impongono ed è determinato a dare una mano a chi ha bisogno di qualsiasi informazione.
L’idea che Google ha avuto è semplice, crea uno strumento in grado di leggere gli elementi chiave di una pagina web, cosa è importante e cosa no, per poi comporre un video in cui ci sono le informazioni che vogliamo trasmettere.

Questa utility è già una realtà e ha un nome: URL2Video.
Questo è il modo in cui Google intende convertire i siti Web in video.
Dietro c’è un lavoro di molti mesi da parte di quelli di Mountain View che hanno consultato ogni tipo di esperti e designer per definire esattamente quali aspetti sono rilevanti quando si realizza un video di questo tipo, finalizzato soprattutto a migliorare la comunicazione tra professionisti e aziende con la loro clientela.

Un algoritmo che, secondo i responsabili, ci chiederà solo due informazioni: la durata massima che vogliamo e le proporzioni del fotogramma, cioè se 4: 3, 16: 9, ecc.
In ogni caso, lo scopo di URL2Video non è quello di creare un video chiuso che non possiamo modificare, viceversa, l’algoritmo farà il lavoro più duro ma ci lascia la possibilità di poterlo modificare. Ad esempio, scegliendo i colori che predomineranno, o lo stile generale del design.