ZOOM: tra le novità troviamo Immersive scenes e reazioni

Zoom, l’app più utilizzata durante la quarantena per fare videochiamate con amici e parenti o ancora per effettuare lezioni online, si è aggiornata nei giorni scorsi. La notizia è arrivata durante l’evento virtuale (per ovvi motivi) denominato Zoomtopia 2020. Nel mentre Zoom ha presentato le novità destinate al servizio e le funzionalità inedite realizzate sulla base dei feedback raccolti dagli utenti.

 

Zoom: in arrivo grosse novità da Zoomtopia 2020

Nella presentazione abbiamo visto protagonista l’Immersive Scenes, molto simile alla Together Mode di Microsoft Teams: si tratta di un sistema capace di scontornare ed unire i volti degli utenti connessi in videochiamata in un’unica stanza (sfondo preimpostato). Gli studenti collegati da casa per la didattica a distanza hanno già aderito a questa innovazione piuttosto divertente e capace di suscitare un sorriso.

Da non dimenticare vi sono poi le reazioni, modalità di interazione tipiche dei social che ormai hanno contagiato anche le soluzioni per la produttività.

Inoltre vedremo delle ulteriori novità che hanno come protagonista l’intelligenza artificiale: la prima è quella per l’attivazione automatica della High-Fidelity Music Mode annunciata il mese scorso (utile soprattutto per chi fa o segue lezioni di musica da remoto). L’altra invece è stata chiamata Recording Highlights e si occupa di rintracciare i passaggi più significativi di una riunione mettendoli in evidenza una volta che la registrazione è stata caricata sul cloud.

Ci teniamo a sottolineare che anche in questo caso, così come per Whatsapp, sta prendendo sempre più piede il rollout della tanto attesa crittografia end-to-end, pronta per l’implementazione nella piattaforma.