Google negli ultimi anni ci ha abituato a lampi di genio e la funzionalità che ha appena lanciato rientra tra questi: BigG ha appena lanciato la funzionalità di riconoscimento dei brani musicali che potrebbe lasciarvi a bocca aperta.

Tramite la classica ricerca Google ora è possibile identificare il titolo di una canzone semplicemente canticchiandola o fischiettandola al vostro smartphone. Scopriamo insieme il funzionamento.

 

Google capisce il titolo di una canzone che state canticchiando

L’idea potrebbe non essere originalissima ma la feature funziona perfettamente, sia in modalità canterina che in modalità fischio. La novità è da subito disponibile per dispositivi Android anche in italiano. La sua modalità di utilizzo è estremamente semplice: basta accedere alla ricerca Google, tappare sull’icona del microfono e successivamente su Cerca un brano.

A quel punto basterà canticchiare o fischiare la melodia che avete in testa per 10 – 15 secondi e il gioco è fatto. Nel caso in cui Google non fosse sicuro del risultato, vi verranno proposti una serie di risultati con la percentuale di matching. Google ci ha tenuto a spiegare anche come funziona la novità che ha appena presentato: essenzialmente si basa su modelli di machine learning allenati in modo intensivo anche per riconoscere brani a partire da sorgenti umane come il canto o il fischio.

Ogni melodia è associata a un certo schema di note musicali, una sorta di impronta digitale sonora, che porta i modelli di Google a riconoscere la corrispondenza univoca. Inoltre, Google ha presentato alcune delle ultime novità in tema di ricerca sul web, nell’ambito dell’evento online Search On: BigG ha spiegato come sono stati notevolmente migliorati gli algoritmi di ricerca per essere in grado di interpretare correttamente le query di ricerca che contengono errori di ortografia o di battitura.