auto elettriche tesla e BMW in USA

Sono circa 26.700 i veicoli richiamati da Bmw, casa produttrice di automobili tedesca di fama mondiale. Una scelta dettata da un rischio concreto di incendio per quei dispositivi che utilizzano un particolare tipo di celle batteria. I modelli coinvolti in questi problemi sono veramente molti, e per il momento non c’è nulla che si possa fare per risolvere il grave problema. Attualmente BMW ha bloccato le consegne previste di auto che potrebbero presentare questo problema, ma scopriamo di più sulla problematica e sui modelli coinvolti.

 

Bmw corre ai ripari sull’elettrico

La spinta di BMW sul mondo delle auto elettriche è veramente notevole, ma non sempre le cose vanno come previsto. Molti modelli di auto sono stati riconosciuti come potenzialmente difettosi dall’azienda tedesca e richiamati per dei controlli. I modelli coinvolti sono le versioni plug-in di X1, X2, X3, X5, Serie 2 Active Tourer, Serie 3, Serie 5, Serie 7, i8 Coupé e Roadster e Mini Countryman, prodotti tra il 20 gennaio e il 18 settembre 2020.

Una fascia veramente ampia di veicoli, per i quali se siete tra gli sfortunati acquirenti, riceverete una lettera a casa. Il problema sembra manifestarsi esclusivamente con la batteria completamente carica e per il momento i casi accertati in Germania sarebbero circa 1.800. Il consiglio di BMW è quello di non utilizzare i cavi per la ricarica del veicolo nel caso in cui si sia ricevuta la comunicazione, per evitare eventuali problemi, danni e disagi.

Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate e restate aggiornati per ricevere ulteriori informazioni in merito e sulle ultime novità nel mondo della tecnologia.