Che Apple rimuovesse l’alimentatore USB dalla confezione dei nuovi iPhone, ce lo aspettavamo. Del resto questa scelta ha già coinvolto i nuovi Apple Watch Series 6 ed Apple Watch SE annunciati il mese scorso. La confezione dei nuovi iPhone 12, tuttavia, è anche priva di auricolari EarPods ed include – oltre allo smartphone – il solo cavo di ricarica USB Type-C – Lightning.

Una scelta che il colosso di Cupertino avrebbe compiuto per salvaguardare l’ambiente, permettendole di ridurre notevolmente le emissioni di carbonio e di compiere un altro grande passo avanti verso il raggiungimento del proprio obiettivo: essere 100% carbon neutral entro i prossimi dieci anni.

Essendo prive di alimentatore e auricolari, le confezioni dei nuovi iPhone sono molto più compatte rispetto quelle dei modelli precedenti e ciò permetterebbe ad un pallet di caricare circa il 70% di confezioni di vendita. In altre parole, ciò si traduce in una riduzione di oltre 2.000.000 di tonnellate di emissioni di carbonio ogni anno, ovvero 450.000 auto in meno per le strade ogni anno.

Apple, rimossi caricatore e cuffie dalle confezioni di iPhone 11, SE e XR

Questa scelta, comunque, non ha coinvolto i soli iPhone 12 ma anche dispositivi un po’ più vecchi. Anche le nuove confezioni di iPhone 11, iPhone SE (2020) e iPhone XR, infatti, non includono più l’alimentatore USB e gli EarPods, limitandosi ad includere il solo cavo di ricarica.

Apple suggerisce di utilizzare l’alimentatore e gli auricolari di cui si è già in possesso, e se così non fosse di acquistarli separatamente. A tal proposito, Apple ha ridotto il prezzo dei suoi EarPods di dieci euro, portandoli a 19 euro. Chi vuole, potrà acquistare questi accessori sul sito Apple o presso un altro rivenditore, o arrangiarsi con qualche vecchio alimentatore che si ha in casa (e auricolari bluetooth).