Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per Android che permette di ricevere una notifica da Live Transcribe se il proprio dispositivo intercetta rumori sospetti. Una sorta di “videosorveglianza” ma in formato audio e a portata di mano.

Live Transcribe è ora in grado di ascoltare suoni inclusi rilevatori di fumo, allarmi antincendio, sirene, bambini che piangono, campanelli, cani che abbaiano, acqua corrente, persone che bussano alle porte e altro ancora. Gli utenti sapranno quindi del suono rilevato grazie ad una notifica, il flash della fotocamera o la vibrazione. La cronologia consente inoltre agli utenti di scorrere gli eventi trascritti durante la giornata, mostrando tutti i suoni rilevati nelle ore precedenti. “Questa funzione mostra quando e per quanto tempo si è verificato un determinato suono”, afferma Google in un post sul blog. “Quindi se il cane ha abbaiato a causa di una sirena 10 minuti prima, lo saprai.”

Google aggiorna Live Transcribe per Android, adesso l’app riesce ad individuare qualsiasi rumore molesto

Le notifiche sonore utilizzano l’apprendimento automatico, ma le informazioni sono al sicuro. Con questo aggiornamento basterà il microfono del tuo smartphone per riconoscere fino a dieci diversi rumori. Live Transcribe può ascoltare più di 30 suoni, dichiara Google. Oltre ai dispositivi Android, gli utenti possono ricevere le trascrizioni audio tramite notifiche di testo su Wear OS, il sistema operativo Android di Google per smartwatch.

L’app è già presente sugli smartphone Pixel di Google, ma è accessibile tramite il Play Store da cui è possibile scaricare e la nuova funzione Notifiche audio. È quindi facile da trovare tramite il menu Impostazioni. Ad agosto, Google ha aggiornato accidentalmente alcuni altoparlanti intelligenti per la casa in modo che potessero ascoltare suoni come la rottura di vetri, un serbatoio e altri rumori acuti come gli allarmi. Non è quindi la prima volta che l’azienda testa questo tipo di funzioni. Alcuni utenti, tuttavia, sono restii. L’uso del monitoraggio ambientale potrebbe eventualmente aprire la strada ai prodotti Google per ascoltare costantemente l’ambiente circostante.