bollo auto GratisI vari Governi che nel tempo si sono susseguiti hanno votato la sfiducia all’abolizione del bollo auto dopo il mancato e previsto aumento dell’IVA. I 7 miliardi di euro di introito annuo a favore dello Stato non si sono potuti recuperare, motivo per cui ci troviamo ancora a pagare l’odiosa imposta. Ma ci sono buone notizie per chi ha la possibilità di prorogare o sospendere il pagamento per un periodo di tempo ragionevolmente lungo. Ecco quali sono le ultime novità.

 

Bollo Auto: stop temporaneo e proroghe mensili per il pagamento della tassa peggiore

Analizzando la questione Emilia Romagna si scopre che i nuovi clienti con auto ibrida possono sfruttare gli incentivi per il bollo auto gratuito valido per un lasso di tempo di 3 anni. Ciò vale solo per nuove immatricolazioni e nel caso in cui la potenza espressa dal motore non valga una quota fiscale superiore a 191 Euro. In tal caso lo sconto è di 573 Euro Gratis spalmati nell’arco di 36 mesi a partire dalla prima richiesta (da fare spontaneamente).

In altre Regioni, invece, non c’è l’azzeramento fiscale ma soltanto una proroga che in vista di un potenziale nuovo lockdown potrebbe subire una ulteriore rimodulazione in avanti. Ecco la speciale lista dei rinvii:

  • Lombardia – sospensione 8 marzo – 30 settembre, pagamento limite entro il 31 ottobre 2020.
  • Campania – sospensione 1 giugno – 31 agosto, pagamento limite entro il 30 settembre 2020.
  • Abruzzo, Marche, Calabria, Liguria e Valle D’asta – sospensione fino al 30 giugno, pagamento limite entro il 31 luglio.
  • Piemonte – sospensione fino al 31 maggio 2020, pagamento entro il 15 luglio 2020.
  • Sicilia – sospensione 8 marzo – 2 novembre, pagamento entro il 30 dicembre 2020.
  • Provincia autonoma di Trento – sospensione fino al 31 ottobre 2020, pagamento entro il 30 novembre.
  • Lazio, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Bolzano – proroga del pagamento scaduta al 30 giugno 2020.
  • Calabria, Liguria e Valle D’aosta – sospensione fino al 30 giugno, pagamento entro il 31 luglio 2020.
  • Puglia, Umbria, Molise, Basilicata e Sardegna – nessuna proroga al pagamento.