WhatsApp: il comunicato della Polizia di Stato, così vi rubano il profilo

Bisogna stare attenti quando si utilizzano applicazioni che ormai sono diventati famosissimi. Tra queste risulta chiaramente una delle più usate WhatsApp, piattaforma di messaggistica istantanea che ha reso tutto più semplice agli utenti in giro per il mondo.

L’applicazione è noto per le sue molteplici soluzioni per comunicare con più persone, ma anche per le truffe che girano all’interno delle sue chat. Durante gli ultimi giorni qualcuno avrebbe evidenziato una nuova problematica, ovvero un inganno che è in grado di portare via il profilo alle persone. A muoversi sarebbe stata anche la polizia di Stato che proprio la settimana scorsa ha emesso un comunicato ufficiale per mettere in guardia tutti dalla nuova problematica. 

 

WhatsApp, in questo modo riescono a portarvi via il profilo: la polizia di Stato emette un comunicato

Sono ormai diversi giorni che non si parla d’altro: su WhatsApp qualcuno può impossessarsi del vostro profilo. Il tutto avviene semplicemente chiedendo all’utente, magari inesperto, di inviare il proprio codice di autenticazione iniziale. Ecco il comunicato ufficiale della polizia di Stato che cerca di mettere in guardia tutti coloro che non sono a conoscenza della questione.

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”