Negli ultimi tempi abbiamo parlato abbastanza spesso del nuovo sistema operativo HarmonyOS di Huawei e dell’intenzione di Xiaomi di inserirlo all’interno dei propri dispositivi.

Nelle ultime ore però queste voci si sono ribaltate nell’altro senso, perché il colosso cinese non sembrerebbe avere nessuna intenzione di installarlo sui propri device. Scopriamo insieme cosa è successo.

 

Xiaomi non vuole HarmonyOS sui propri dispositivi

L’interesse che aveva Xiaomi sarebbe stato così corposo che addirittura si diceva che avrebbe potuto abbandonare completamente lo sviluppo della MIUI per abbracciare invece la soluzione software realizzata da Huawei. In realtà si tratta in tutto e per tutto di una fake news, una notizia mal interpretata, montata ad arte anche con un finto video circolato in rete, che è circolata più del dovuto in rete e su molti siti.

La mal interpretazione dei fatti nasce da una dichiarazione di Pan Jiutang, noto analista del colosso cinese, che avrebbe provato in anteprima l’interfaccia sugli smartphone di Xiaomi. Il caso ha avuto un eco piuttosto importante sul web tale da portare i vertici di Xiaomi a dichiarare che ovviamente non c’è nessuna intenzione ad abbandonare la MIUI in favore di HarmonyOS, e men che meno che troverà posto nei nuovi smartphone Xiaomi.

Come ben sapete Huawei si è ritrovata quasi obbligata a dover installare un nuovo sistema operativo per i propri smartphone e tablet, essendo ai ferri corti con Google ed in generale con gli Stati Uniti da qualche mese. Xiaomi però, che ha la possibilità di scegliere, non ha nessuna intenzione di lasciare Android per HarmonyOS.