Autovelox Android e smartphone

Guidare prestando attenzione è il minimo che ogni automobilista possa fare. Rispettare i limiti di velocità, poi, non è un’azione impossibile o minatoria, pertanto osservare la legge stradale per salvaguardare la propria sicurezza e quella altrui costituisce l’ABC della strada. Proprio in merito  alla velocità, vi è un secondo motivo per cui vale la pena osservare i vari segnali stradali ossia gli autovelox. Capaci di far recapitare a casa multe salate e provocare il decurtamento di punti dalla patente, nessuno vorrebbe mai trovarsene uno davanti inaspettatamente.

Autovelox: come evitarli grazie al proprio smartphone

Non percorrere abitualmente un tratto di strada potrebbe risultare una minaccia. La presenza di autovelox su quella tratta, infatti, potrebbe andare ad inficiare la fedina pulita da automobilista in un batter d’occhio.

Nonostante sia stato appurato che rispettare i limiti di velocità sia molto importante, alle volte basta quel chilometro orario al di sopra del tasso di discrezione per essere protagonisti di uno scatto indesiderato. A tal proposito, quindi, oggi scopriamo com’è possibile essere sempre aggiornati sui rilevatori automatici di velocità grazie ad un’applicazione già utilizzata da tutti: Google Maps.

Attraverso l’introduzione di nuove impostazioni, finalmente Maps acquista le funzioni già viste su Waze nel tempo, come la segnalazione degli autovelox. Rappresentati sulle mappe da bollini arancioni, gli stessi vengono sempre preceduti da una notifica rumorosa quando si trovano sulla tratta da percorrere così che il guidatore possa rallentare ulteriormente senza la distrazione del guardare lo smartphone. L’aggiunta del tachimetro con tanto di velocità massima raggiungibile in basso a sinistra (display smartphone) poi, aiuta chiunque a rispettare la legge, anche quando la voglia di andare più veloce eccede la sicurezza.

Suggeriamo, infine, che una seconda applicazione che potrebbe fare al caso proprio è COYOTE. Grazie al servizio Premium questa app risulta essere utile non solo per la segnalazione di tutor e autovelox, ma anche per incidenti e problemi sulle carreggiate.