bonifici-bancari-controllo-fisco

Sta per iniziare un autunno molto complicato per milioni di italiani. Dopo la pausa imposta dal Governo a causa dell’emergenza Covid, il Fisco nel mese di Ottobre riprenderà le sue regolari attività. L’Agenzia delle Entrate, in tal senso, sarà operativa quindi per l’invio delle cartelle esattoriali.

 

Fisco, partono le cartelle esattoriali: stangata per milioni di italiani

La data da segnalare con il cerchietto rotto sul calendario è quella del 15 Ottobre. Proprio a partire da questo giorno, infatti, decadranno i benefici del blocco dei pagamenti verso l’Agenzia delle Entrate. E’ stato stimato, quindi, che ben 9 milioni di fascicoli saranno inviati nelle case dei contribuenti.

In termini assoluti, proprio la ripresa dopo il blocco dei pagamenti – dovuto ovviamente dell’emergenza Covid – garantirà alle casse dello stato un nuovo flusso di entrate. Ovviamente, la notizia non può far piacere a tutti coloro che sono in debito verso il Fisco

Già in tanti hanno protestato contro la ripresa delle attività del Fisco, per molti prematura. A lamentarsi sono soprattutto i titolari di attività commerciali, ancora alle prese con la crisi economica e non del tutto riprese dopo il lockdown primaverile.

C’è da sottolineare però che nei prossimi giorni potrebbero essere importanti novità. Un’ulteriore proroga non è infatti da escludere e sarà al vaglio delle forze politiche che compongono la maggioranza di Governo. Sempre una decisione politica, infine, vi sarà sulle cosiddette pratiche di saldo e stralcio. Laddove potesse passare questa manovra, alcuni debitori, in base al reddito, potrebbero mettersi in regola con i conti pagando al Fisco solo una parte del loro credito.