Aprire un conto corrente bancario o postale è ormai la necessità di gran parte dei consumatori perché i vari Istituti di Credito Bancari o Postali possono effettuare innumerevoli operazioni in modo facile e veloce anche grazie alle applicazioni disponibili sul mercato. In tanti, però, riscontrano alcuni problemi come ad esempio quello della chiusura immediata del conto corrente bancario perché il proprio Istituto di Credito lo definisce “poco movimentato”.

Purtroppo può capitare anche questa situazione, ma un recente disegno di legge potrebbe cambiare le carte in tavola. Ma in cosa consiste questa nuova proposta in parlamento? Ecco le informazioni a riguardo descritte nel paragrafo qui di seguito.

Nuovo disegno di legge in parlamento: potrebbero cambiare le cose per le banche

Questo nuovo disegno di legge si trova ancora in stallo in Parlamento perché è in fase di discussione, ma secondo le ultime notizie trapelate in rete si concentra maggiormente nel tutelare i consumatori con un conto corrente attivo. In particolare, potrebbe eliminare il potere alle varie banche di Italia di chiudere un conto corrente all’improvviso solo perché ritenuto poco redditizio. E’ bene comunque specificare che nei casi in cui il conto corrente risulta con un saldo negativo, la banca può decidere di chiuderlo soprattutto se ci sono delle operazioni illecite di mezzo.

Questa nuova proposta potrebbe essere presto approvata, ma ci sono ancora numerosi dubbi a riguardo perché ci sono innumerevoli punti da studiare. Non resta che attendere comunicazioni ufficiali, i correntisti potrebbero essere tutelati in modo accurato da un momento all’altro.