blank

Passano gli anni ma la situazione è sempre la stessa. Nonostante Nvidia avesse preparato con particolare attenzione il lancio delle nuove schede grafiche 2020, dividendo il lancio su un periodo più lungo per evitare problematiche, è successo il prevedibile.

Al momento del lancio, alle ore 15.00 di ieri, la scheda nella sua versione Founder Edition, risultava già esaurita. Tutto frutto di truffe tramite bot e scalper, che nemmeno questa volta Nvidia è riuscita a fermare. Una situazione surreale, in cui a rimetterci è proprio l’appassionato che non vedeva l’ora di acquistare il nuovo prodotto.

La strategia dei bot infatti, è quella di aggiudicarsi tutte le disponibilità dei prodotti al lancio, per creare una carenza e poter ottenere dei profitti maggiori su siti come Ebay. Una tecnica collaudata e che anche questa volta ha creato una situazione a dir poco spiacevole. Stessa situazione per quanto riguarda i partner ufficiali Nvidia, che vendevano RTX 3080 custom, e che hanno esaurito le schede in pochi minuti. Attualmente il prodotto è ordinabile con tempi di attesa di oltre un mese.

 

Le scuse di Nvidia

In una nota ufficiale diffusa negli Stati Uniti, ma valida per tutto il mondo, Nvidia dichiara: “Abbiamo assistito una domanda senza precedenti per la GeForce RTX 3080 tra i rivenditori in tutto il mondo, incluso lo store online di Nvidia, stiamo facendo tutto quello che è umanamente possibile, inclusa la revisione manuale degli ordini, per far sì che le schede arrivino nelle mani dei legittimi clienti. Oltre 50 importanti rivenditori mondiali avevano un inventario alle 15:00. Il nostro team e i nostri partner inviano ogni giorno più schede RTX 3080 ai rivenditori. Ci scusiamo con i nostri clienti per l’esperienza”. 

Una situazione inaccettabile, che non fa altro che creare disagi su disagi. Inoltre, attualmente è possibile veder affiorare le prime schede in vendita sui Ebay a prezzi statosferici, perfino oltre i 1000€, con ricarichi sul prezzo del nuovo impressionanti.

Speriamo che nell’immediato futuro la situazione si risolva, permettendo in primis ai giocatori reali di usufruire di questi prodotti. Anche perché il lancio della RTX 3090 è vicino, e potrebbe accadere esattamente la stessa identica cosa.