Google ha pubblicato 3 nuove raccolte di sfondi sul canale Canary di Chrome OS, ben definiti e alla portata di tutti. Possibile scaricarli anche senza possedere un Chromebook su qualsiasi sistema operativo e per qualsiasi display. Gli amanti delle tinte unite potrebbero non apprezzare questi set di sfondi ma vi suggeriamo di dare almeno un’occhiata.

Collage

Questa collezione di sfondi presenta una tavolozza di colori intersecati tra loro e rilassante da guardare. Matthew Hollister ha fatto un ottimo lavoro mantenendo un’atmosfera serena e armoniosa creando un piacevole equilibrio tra i colori, la luce e i contrasti.

Made by Canvas

Queste opere d’arte, una sorta di collezione di mini quadri digitali, sono state disegnate su Chrome Canvas, popolare app di disegno di Google. Trattasi di illustrazioni dai colori pop per enfatizzare l’aspetto contemporaneo dei soggetti ritratti e le linee scelte. Russ Gray e Hedof soni i due autori di quest’altra incredibile collezione.

Element

L’ideale per gli amanti dell’arte in 3D e l’arte astratta. Disegni astratti come questa collezione creano una composizione unica utilizzando forme, forme e segni in perfetta armonia. Rutger Paulusse sfrutta la trasparenza, l’illuminazione e le sfumature per creare una metafora dal design unico. Alcuni di questi sfondi hanno una variante scura, suggerendo che la modalità Dark di Chrome OS potrebbe essere proprio dietro l’angolo.

Come ottenere i nuovi sfondi per Chrome (e non solo)

Gli utenti di Chrome OS Canary possono ottenere Collage, Made by Canvas e la collezione Element nel selettore di sfondi, ma è necessario abilitare chrome: // flags / # use-wallpaper-staging-url affinché vengano visualizzati. Se non sei su Chrome OS Canary o non possiedi un Chromebook, non preoccuparti. Puoi scaricare tutti gli sfondi non compressi con una risoluzione di 3000×1999 (e tutti i set per intero oltre che gli sfondi di riferimento presenti in questo articolo) facendo clic sul seguente collegamento. Ricordiamo inoltre che l’aggiunta di nuovi sfondi potrebbe non sembrare significativa, ma mostra che Google si preoccupa di offrire agli utenti un’esperienza di qualità e personalizzata, su misura per tutti.