WhatsApp: Polizia di Stato in allarme, nuova truffa e utenti in pericolo

Quando si utilizzano applicazioni che fanno comunque riferimento a tanti altri utenti e al web in generale, bisogna stare molto attenti. WhatsApp è una di queste piattaforme, e vista la grande mole di clienti, è inevitabile che ospiti anche qualcuno di poco raccomandabile.

Sono infatti tante le segnalazioni che arrivano regolarmente in merito ad alcuni messaggi molto strani. Questi spesso nascondono delle truffe, le quali hanno come unico obiettivo quello di rubare soldi al prossimo. Secondo quanto riportato durante le ultime ore, anche la polizia di Stato sarebbe intervenuta con un comunicato ufficiale per mettere in guardia gli utenti. Su WhatsApp sarebbe infatti girando una truffa che sarebbe in grado di rubare i profili privati delle persone.

 

WhatsApp: profili rubati e polizia di Stato in allarme, ecco il comunicato

La truffa in questione sarebbe possibile semplicemente richiedendo agli utenti di inviare il loro codice di autenticazione del profilo. Qualcuno, magari ancora alle prime armi, avrebbe proceduto, perdendo il proprio profilo WhatsApp.

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”