ISEE

In questo periodo in cui il Coronavirus ha preso il sopravvento, il Governo per aiutare i cittadini in difficoltà e far ripartire l’economia nel modo giusto ha introdotto una serie di misure assistenziali ed economiche. Sussidi, Bonus, indennità, reddito di cittadinanza, pensione e tanto altro per tutti i contribuenti in difficoltà finanziarie.

Per ottenere parte di queste agevolazioni è necessario possedere un reddito ISEE modesto. Ma che cos’è l’ISEE?

L’indicatore della situazione economica equivalente o meglio conosciuto semplicemente come modellino ISEE è uno strumento che permette di misurare la condizione economica della famiglie tenendo conto di reddito, patrimonio mobiliare e immobiliare, e caratteristiche del nucleo familiare. I cittadini che appartengono ad una fascia reddituale bassa possono usufruire di alcune agevolazioni. La riforma ISEE in vigore dal 2015 con il decreto numero 159/2013 introduce dei nuovi criteri per la determinazione della situazione economica tra cui la giacenza media sul conto corrente. Proprio per questo motivo i cittadini che intendono usufruire dei vantaggi recentemente descritti devono sapere quanti soldi tenere sul proprio conto corrente per mantenere basso il reddito ISEE 2020.

ISEE: ecco in che modo tenerlo basso e usufruire di tutti i vantaggi

E’ molto importante essere informati a riguardo perché basta superare la soglia minima per non usufruire dei vantaggi offerti dal Governo. Ad esempio i cittadini che percepiscono il reddito o pensione di cittadinanza devono mantenere la giacenza media al di sotto dei sei mila Euro. La somma può aumentare di due mila Euro in più per ogni membro all’interno del nucleo familiare.

Tutti i contribuenti che intendono godere di riduzioni, bonus, indennizzi e altre agevolazioni devono lasciare sul conto il minimo indispensabile per il fabbisogno. Difatti, la liquidità sul conto e i depositi bancari sulla determinazione del reddito ISEE gravano nella misura del 20%.

VIAproiezionidiborsa