Prezzo oro

Dopo alcune settimane piene di discussioni sul prossimo futuro della quotazione dell’oro, sembra che si sia arrivati ad una soluzione. Il suo prezzo è riuscito ad arrivare sopra i 2.000 dollari, un vero e proprio record inaspettato. Nonostante il traguardo, che è già storico di per sé, gli analisti prevedono che le quotazioni potrebbero continuare a salire. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

Prezzo oro, record storico raggiunto: ecco i retroscena

L’eccezionale balzo sembra essersi concretizzato nella giornata di ieri proprio quando i rendimenti governativi degli Stati Uniti hanno preso quota in maniera costante. Tuttavia, il dollaro, che era in risalita, è sceso nuovamente. Le preoccupazioni dal punto di vista geopolitico sembrano aver contribuito positivamente verso l’avanzamento della quotazione: per Mizuho Bank, l’esplosione in Libano potrebbe aver dato lo slancio.

Il contesto in cui si è inserito l’oro è stato particolarmente impegnativo, essendo che i governi di tutto il mondo hanno dovuto limitare i danni dovuti dall’emergenza sanitaria, ovviamente anche le banche centrali hanno dovuto muoversi.

C’è stato dunque un taglio progressivo dei tassi di interesse, i quali si sono avvicinati allo 0%. Il dollaro statunitense invece, ha perso molto campo e i rendimenti degli Stati Uniti sono decisamente crollati a picco. Da questo possiamo capire che l’oro attrae più di ogni altra cosa gli investitori e, di conseguenza, questo aumento repentino del prezzo è stato un processo naturale.

L’entusiasmo del mercato si è decisamente acceso e l’avanzata è destinata a continuare. Secondi gli analisti di BofA Global Research, nei prossimi 18 mesi riuscirà addirittura a sfondare il muro dei 3.000 dollari grazie al contesto generato dal Coronavirus.