telepass-autolavaggioLe potenzialità della carta d’identità elettronica (CIE) risultano essere ancora sconosciute in Italia: dopo che circa quindici milioni di cittadini hanno già convertito il loro vecchio documento nella scheda più nuova, le stesse risultano essere un mistero. Ideata come una piattaforma attraverso cui poter accedere a diversi servizi dedicati alla persona, la CIE ha ancora un mondo da esplorare davanti a sé e ad approfittare di questo momentaneo vuoto vi è Telepass Pay, il servizio gestito dall’omonima società, Telepass.

Carta d’identità elettronica: ora è disponibile un nuovo servizio legato a Telepass

Telepass, la società che cura i pedaggi d’Italia, ha da qualche giorno rilasciato una nuova funzione legata alla CIE e, in particolar modo, nei confronti del servizio Telepass Pay.

Grazie all’introduzione del riconoscimento della carta d’identità digitale, la società ha previsto una funzione di automatismo che permette a chiunque sia interessato di velocizzare le operazioni di onboarding  grazie alla tecnologia NFC.

Appoggiando la carta sullo smartphone, quindi, Telepass Pay sarà in grado di prelevare tutti i dati anagrafici in maniera automatica, senza dover perdere tempo nell’inserimento manuale.

Stando alle dichiarazioni di Luca Daniele, amministratore delegato, possiamo scoprire che si tratta di “un sistema immediato, catturiamo i dati, identifichiamo il cliente e contemporaneamente abbiamo una validazione integrata. È un’esperienza nuova che si può fare con uno strumento che tutti hanno nel portafogli“.

Concludiamo, infine, informando i nostri lettori che a fine ottobre un’altra novità intercorrerà in tale mondo: le applicazioni Telepass e Pay si uniranno andando a costituire un’unica realtà per i consumatori.