Lavoro-in arrivo

Un nuovo decreto previsto ad Agosto dovrebbe apportare sostanziali modifiche sul tema lavoro e riguarderà senza dubbio i licenziamenti e la cassa integrazione. L’ipotesi governativa che si sta delineando prevede innanzitutto di prolungare la Cig per garantire alle aziende e ai lavoratori di avere ancora ossigeno almeno fino a fine anno. Inoltre si presuppone un prolungamento dei termini di licenziamento che grazie agli ammortizzatori sociali consentirà a molti di mantenere il posto di lavoro ancora per un po’.

Questi i punti salienti del prossimo decreto atteso con grande ansia da parte di coloro, aziende e dipendenti, che temono per il futuro più prossimo. Certamente ad usufruire delle nuove misure saranno soprattutto i lavoratori dei settori più colpiti dal Covid e con una certa soglia del calo del fatturato. Si ipotizzano dunque circa ulteriori 18 settimane di cassa integrazione ed una proroga del divieto di licenziamento che è in scadenza al 17 di agosto.

Ecco i 3 principali temi su cui verterà il nuovo decreto di Agosto.

La parola chiave del nuovo decreto sul lavoro sarà “deroga” e riguarderà la cassa integrazione, i licenziamenti ed i contratti a termine. Per quanto riguarda la cig, la volontà è quella di prorogarla fino a fine anno. Dunque scendono di nuovo in campo gli ammortizzatori sociali che per altri 4 mesi e mezzo consentiranno ad alcune aziende di rimanere a galla. Tuttavia i criteri sull’assegnazione di questa ulteriore cassa integrazione sono ancora da definire.

Altra proroga riguarderà i licenziamenti il cui divieto con scadenza al 17 agosto vede i tempi allungarsi fino alla fine del 2020. Infine si parla di una deroga fino a dicembre anche dei contratti a termine. Già con il Decreto Rilancio per questo tipo di contratto è stata prevista una proroga fino al 30 agosto senza alcuna necessità di causale. L’intento del nuovo decreto è quello di prolungare i contratti a tempo determinato fino al 31 dicembre 2020.