SIM numeri che valgono una fortuna

Da tempo, ormai, internet si è trasformato in un ritrovo di malintenzionati il cui unico scopo è quello di raggirare gli utenti ignari attraverso truffe telefoniche, truffe bancarie e phishing via mail. Ad essere maggiormente colpiti nelle ultime settimane, però, sono proprio i clienti di Tim, Wind, Tre e Vodafone che, quotidianamente, si ritrovano con il proprio credito azzerato senza alcuna motivazione apparente. Nonostante possa sembrare un errore dell’operatore, in realtà molto spesso si tratta di vere e proprie truffe che, nel peggior dei casi, possono colpire anche anche i conti correnti.

Si tratta quindi della cosiddetta truffa del SIM Swap Scam che, di fatto, consiste nella clonazione delle schede SIM telefoniche intestate alle vittime selezionate. Una truffa conosciuta ormai da decine di anni ma che, con l’avvento dei conti bancari online, è diventata sempre più pericolosa. Scopriamo quindi di seguito maggiori dettagli a riguardo. 

SIM Swap Scam: ecco come funziona la pericolosa truffa

Il processo di clonazione di una SIM risulta essere a tutti gli effetti lungo e tortuoso. I Cybercriminali, infatti, mettono in atto una vera e propria frode di dati personali, raccogliendo informazioni da ogni archivio presente sul web. Dopo aver ottenuto un numero di informazioni utili, quindi, questi ultimi procedono a contattare il servizio clienti dell’operatore fingendo di aver smarrito la SIM e richiedendone una nuova.

Dopo aver ricevuto la nuova SIM a casa, quindi, accedere al conto corrente delle vittime diventa un gioco da ragazzi. Basterà infatti contattare la banca e richiedere una password temporanea per accedere alla piattaforma web.