bistecche stampate in 3D Redefine Meat

Sono passati diversi anni dall’arrivo delle prime stampanti 3D e in quest’ultimo periodo abbiamo avuto modo di vedere svariati utilizzi da parte di varie aziende, soprattutto nella realizzazione di vari oggetti. A quanto pare, però, ben presto potremo essere in grado di ottenere comodamente da casa anche delle bistecche commestibili stampate in 3D.

 

Il cibo stampato in 3D sarà presto realtà?

Questa idea rivoluzionaria arriva da una start up israeliana conosciuta come Redefine Meat. La start up in questione ha come scopo quello di creare e proporre per i propri clienti del cibo di origine totalmente vegetale sotto forma però di carne. Per poter fare questo al meglio, l’azienda ha intenzione di utilizzare la stampa 3D per realizzare le prime bistecche commestibili di origine vegetale.

Redefine Meat ha dichiarato che proporrà questa nuova carne commestibile stampata in 3D entro l’anno 2021. Per l’azienda, la stampa 3D è uno dei metodi più efficaci per rendere il cibo di origine vegetale quanto più simile a quello di origine animale, nella forma e nell’aspetto. Con la stampa 3D, infatti, verrebbero imitate al meglio le strutture dei muscoli della carne degli animali.

Sono attualmente presenti altre aziende che propongono sul mercato cibo di questo tipo, come Impossible Foods e Beyond Meat, ma queste ultime utilizzano proteine e sostanze interne dei vegetali per imitare la struttura interna della carne. Per il momento, quindi, Redefine Meat sembra essere una delle poche aziende (oltre all’azienda spagnola Novameat) che simulerà l’aspetto della carne attraverso la realizzazione di bistecche vegetali stampate in 3D.