windows 10Microsoft sembra essere a conoscenza, con tanto di conferma, di una problematica che convoglia tutte le versioni più recenti di Windows 10, a partire dalla 1809 fino alla 2004. A quanto pare, il bug provocherebbe un errore sul Local Security Authority Subsystem Service su alcuni dispositivi e costringerebbe gli utenti a ravviare il sistema.

Il suddetto problema era segnalato come risolto, ma non è così. Era tra gli aggiornamenti del Patch Tuesday del mese di giugno, ma il problema è stato segnalato nuovamente nella sezione dei bug noti all’interno dei KB delle versioni coinvolte. Tra queste, abbiamo anche l’ultima versione May 2020 Update, giunto sui sistemi nelle scorse settimane.

LSASS non è altro che un servizio di Windows 10, il suo scopo è quello di applicare le politiche di sicurezza che servono durante l’accesso degli utenti al sistema. Il bug quindi è presente nel file LSASS.exe, gli utenti perdono l’accesso a tutti gli account quando entra in atto il bug. Per ritornare a ciò che stavamo facendo prima, è obbligatorio ravviare il sistema.

 

Windows 10: il modo per fixare momentaneamente questo fastidioso bug

La soluzione alternativa, che per ora sembra anche l’unica, è disinstallare gli aggiornamenti del Patch Tuesday di giugno. I pacchetti che vanno disinstallati sono KB4561608 sulla versione 1809, KB4560960 sulla versione 1903 e 1909 e, infine, KB4557957 su Windows 10 2004. Il problema però potrebbe presentarsi anche sulla versione del Patch Tuesday di maggio, quindi disinstallare pacchetti KB4551853 su Windows 10 1809 e KB4556799 su Windows 10 1903 e 1909.

La soluzione definitiva al problema potrebbe arrivare con la Patch Tuesday di luglio, anche se Microsoft non ha ancora annunciato quali saranno le tempistiche ufficiali con le quali verrà risolta la problematica. Nel caso in cui il vostro sistema risulta inutilizzabile, fare i passaggi scritti sopra.