blank

L’anno scorso Xiaomi ha lanciato sul mercato quello che poi si è rivelato essere uno dei migliori fitness tracker di sempre, il Mi Band 4. Un prodotto che è riuscito a conquistare numerosi utenti, al punto che a poche ore dal lancio riuscì a registrare il “tutto esaurito” sui tre canali di vendita ufficiali: MiStore Online, Amazon Italia e Unieuro.

Ora, il colosso cinese starebbe lavorando al successore del suo popolare fitness band, quello che molto probabilmente si chiamerà Mi Band 5. Nelle scorse ore, sono trapelate numerose informazioni in Rete sul nuovo indossabile, alcune delle quali sono emerse direttamente dalle risorse grafiche presenti all’interno del file APK dell’app Mi Wear, la piattaforma che si occupa della gestione e dell’utilizzo del Mi Band.

Xiaomi Mi Band 5, tutto quel che sappiamo

I render mostrano un prodotto molto simile all’attuale Mi Band 4 e che non presenta particolari stravolgimenti dal punto di vista del design. Il dato probabilmente più interessante è il presunto supporto ad Amazon Alexa. Uno dei render di Xiaomi Mi Band 5, infatti, mostra un cerchio blu al centro del display del dispositivo. Non è la prima volta che si sente parlare della probabile integrazione con Amazon Alexa, e ciò sarebbe un’alternativa molto valida a XiaoAI, l’assistente virtuale di Xiaomi che, purtroppo, è disponibile solamente per il mercato cinese.

Stando a quanto trapelato in Rete, Amazon Alexa dovrebbe essere disponibile a livello globale e permetterà di interagire con la fitness band in qualche modo. Ancora non è chiaro il come, dal momento in cui non ci si aspetta che Mi Band 5 sia dotata di speaker, ma potrebbe invece integrare un microfono.

Tra le altre caratteristiche, Mi Band 5 potrebbe supportare (oltre al classico monitoraggio della frequenza cardiaca, del sonno e dell’attività sportiva) la funzione di monitoraggio del livello di ossigeno nel sangue, del ciclo mestruale ed offrire supporto per la meditazione.