Gli agricoltori della Nuova Zelanda utilizzano un robot a quattro zampe per allevare pecore, pattugliare campi ed eseguire altre attività agricole. L’avrete sicuramente già visto, il cane robot che ricorda molto un episodio di Black Mirror.

Spot, il famoso cane robot, è un progetto dalla società di ingegneria con sede nel Massachusetts Boston Dynamics. Dotato di software sviluppato dalla società di robotica Rocos, Spot è controllato da remoto per allevare pecore. “L’era dei robot autonomi è alle porte”, dichiara l’amministratore delegato di Rocos David Inggs. “I nostri clienti stanno aumentando la loro forza lavoro per automatizzare i processi fisici che sono spesso noiosi, sporchi o pericolosi. Le organizzazioni possono ora progettare, pianificare e gestire le ispezioni da remoto.”

Spot, il cane robot che aiuta anche gli allevatori per controllare gli animali

Le abilità di Spot includono salire le scale, attraversare terreni accidentati e persino aprire porte. La sua versatilità indica che può essere adattato per una varietà di compiti, uno è stato recentemente installato in un parco a Singapore per incentivare il distanziamento sociale. Dall’8 maggio, infatti, una versione del cane robot ha pattugliato un tratto di due miglia nel Parco Bishan-Ang Mo Kio. Usando la sua gamma di sensori per monitorare gli occupanti del parco, il robot è programmato per “abbaiare” alle persone troppo vicine l’una all’altra.

L’emergere della pandemia del Coronavirus potrebbe portare a una nuova era di aiutanti robotici, secondo alcuni ricercatori, che citano il rapido sviluppo di robot progettati con questo scopo. “Abbiamo già visto la distribuzione di robot per la disinfezione, la consegna di farmaci e alimenti, la misurazione dei segni vitali e l’assistenza ai controlli alle frontiere”, ha scritto un importante gruppo di esperti in un recente editoriale sulla rivista Science Robotics.

Una varietà di questi robot viene già utilizzata in Spagna per aumentare la capacità di effettuare i test per il Covid-19, o per consegnare cibo in un hotel in Cina. Sono davvero tanti i benefici che potremmo trarre da questi robot, anche se ovviamente come con tutte le cose la cautela è fondamentale.