blank

L’attuale situazione economica legata all’emergenza Coronavirus sta vedendo un’economia mondiale messa in ginocchio a causa del blocco completo della produttività della maggior parte degli stati, mostrando anche un radicale cambiamento nelle abitudini finanziare della popolazione, con un incredibile spostamento verso le transazioni digitali e un abbandono del contante.

Una relazione della Banca dei regolamenti internazionali, prevede un drastico aumento dei pagamenti online a scapito del contante, un effetto che ovviamente graverà su coloro che sono sprovvisti dei più recenti metodi di pagamento come ad esempio gli anziani.

Le motivazioni legate al COVID-19

Uno dei motivi che sta spingendo questo passaggio dal fisico al digitale riguarda la sicurezza delle banconote, dal momento che molti temono di prendere il Coronavirus toccando banconote infette.

Ma qual’è la verità ? In realtà non c’è una verità assoluta, bensì c’è solo un tasso di esposizione al rischio da considerare, dal momento che si, le banconote trasmettono il Coronavirus, ma, anche digitare un PIN su un bancomat o su un POS vi espone al virus, anche di più rispetto al contante, dal momento che, l’agente patogeno resiste di più sulle superifici in plastica.

Da ciò si evince che in realtà l’unica vera protezione assoluta, nasce da carte che consentono di effettuare transazioni contactless, le quali eliminano il contatto fisico con le tastiere POS e quindi non vi espongono al contagio.

Quindi da ciò si evince che eliminare l’uso del contante non è poi così sbagliato, ma sarebbe meglio eliminare l’uso delle carte a meno che non si tratti di dispositivi contactless.