whatsapp-ora-è-rivoluzione-con-l-aggiornamento-che-cambia-le-chat-per-sempre

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, WhatsApp ha confermato il suo ruolo di piattaforma di messaggistica principale per tutti coloro che vogliono restare in contatto con le persone più care. La popolarità del servizio è forse a livelli mai raggiunti prima d’ora.

WhatsApp, l’applicazione per recuperare messaggi eliminati

Se WhatsApp è così popolare su scala mondiale, lo si deve anche ad i tanti servizi offerti agli utenti. Uno di questi servizi è la possibilità di eliminare messaggi già inviati. Il numero degli utenti che fa riferimento a questo tool è oramai elevato. D’altronde la semplicità della funzione, rende accessibile a tutti. L’unica norma da rispettare per cancellare un messaggio è agire prima dell’avvenuta visione da parte del destinatario.

Gli sviluppatori si sono a lungo prodigati per prevedere questa funzione. L’obiettivo era quello di rendere le conversazioni più chiare e soprattutto eliminare, per quanto possibile, ogni genere di incomprensione. 

Da quando è stato introdotto lo strumento di cancellazione per i messaggi, però, è nata una reazione opposta. Dinanzi ad un contenuto rimosso, tanti utenti vanno alla ricerca del messaggio richiamato dal mittente. Ovviamente su WhatsApp non esiste una soluzione in tal senso, ma sul Google Play Store è disponibile un’applicazione chiamata “Notification History”.

L’app di cui vi parliamo è a costo zero ed ha un semplice compito: memorizzare ogni notifica in entrata sullo smartphone. Con il salvataggio delle notifiche in arrivo, sarà riprodotta in ogni circostanza una replica dell’eventuale messaggio cancellato su WhatsApp. In questo modo, l’eliminazione perde ogni significato pratico.