truffa poste italiane via sms

Arriva l’ennesimo alert da parte della Polizia Postale, la divisione delle forze dell’ordine che  sulla sua pagina Facebook avverte periodicamente tutti gli utenti a prestare la massima attenzione alle nuove truffe scoperte sulla rete. Questa volta si tratta di un raggiro via SMS che sfrutta il brand Poste Italiane.

In questi giorni i criminali informatici hanno infatti diffuso una serie di SMS falsi con i quali sono riusciti a entrare in possesso di una mole consistente d’informazioni personali come password e credenziali rubati agli utenti. In genere si riceve un messaggio sullo smartphone che recita:”abbiamo sospeso le sue utenze postali per mancata sicurezza web“. Subito dopo veniamo invitati a cliccare su un link per aggiornare i dati. 

 

Truffa Poste Italiane: il phishing che ruba utenze postali via SMS

La Polizia Postale sulla sua pagina Facebook ha lanciato l’allarme invitando tutti gli utenti a diffidare di questo tipo di comunicazioni, anche se sembrano al contempo innocenti e veritiere. Il tipo di SMS che sta arrivando sui cellulari di tantissime persone invita le potenziali vittime a sbloccare la loro situazione con un link nel messaggio che li porterà su un falso sito di Poste Italiane.

Anziché aggiornare i dati sulla sicurezza del proprio home banking postale, gli utenti avranno così consegnato agli hacker l’accesso al proprio conto corrente. La raccomandazione in generale è quella di non fidarsi mai dei link che vi propongono in messaggi o e-mail. Se avete dei dubbi su ciò che ricevete contattate direttamente la vostra banca.

Sembra assurdo ma ancora oggi gli utenti ignorano che i loro istituti di credito non mandano mai la comunicazione via telefono, Whatsapp, e-mail o SMS che chiede di aggiornare le proprie credenziali. I truffatori conoscono questa falla informativa e la sfruttano per svuotare i conti correnti.