banche-conti-correnti-chiusura

Sui quasi tutti i conti correnti grava un addebito fisso annuale di 34,20 euro conosciuto come imposta di bollo. Si tratta di una tassa fissa che colpisce i nostri risparmi e che viene versata allo Stato in nome del semplice diritto di possesso del conto. Se si è titolari di più conti correnti contemporaneamente, l’imposta sarà applicata su tutti: quindi chi a due conti pagherà 68,40 euro l’anno, chi ne ha tre 102,60 euro e via discorrendo. Pensiamo quanto sarà costretta a versare una famiglia di più componenti e con conti diversi a fine anno.

Non dimentichiamo poi che l’imposta di bollo va ad aggiungersi ad alcune spese fisse del conto, come quelle bancarie o postali e ai rendiconti sui libretti di risparmio. Una serie di costi che risulterebbero sgonfiati accorpando più conti correnti in uno unico ma che potrebbe essere addirittura evitata. Esistono infatti tre semplici trucchi assolutamente leciti attraverso i quali si può non pagare l’imposta di bollo, vediamo quali.

Come si può evitare di pagare l’imposta di bollo?

Nel 2012 un provvedimento del Governo Monti ha stabilito due condizioni che qualora sussistano esonerano i correntisti al pagamento dell’imposta di bollo. La prima riguarda la giacenza media annua del conto corrente che non deve superare i 5000 euro; la seconda fa riferimento all’indicatore Isee che deve essere inferiore a 7500 euro annui. Due requisiti che se in possesso, ci consentono di non pagare più l’imposta di bollo. Dunque frazionando i propri risparmi su più conti che non superino i 5000 euro di giacenza media annua si risparmierebbe questa fastidiosa tassa.

Attenzione però: è necessario aprire i conti presso banche diverse perché aprirli presso la stessa filiale li rende oggetto di cumulo. Questo sta a significare che comunque si oltrepasserebbe il limite entro il quale non si pagherebbe l’imposta di bollo. Esiste, inoltre, un terzo modo per non pagare questa tassa e consiste nell’aprire un conto corrente a costo zero. Si tratta di una possibilità che spesso gli istituti bancari offrono in via promozionali ai nuovi clienti e che consente loro di non pagare alcuna tassa sul nuovo conto.