pagamenti contactless superano soldi contanti

L’introduzione di nuove tecnologie come i mobile wallet e la diffusione di mezzi  contactless hanno condotto il settore dei pagamenti ad un nuovo dualismo che sì: era già apparso come inevitabile fin dal principio, ma con una previsione di crescita un po’ meno importante di quella realmente riscontrata. Nel corso di questi ultimi anni il panorama è mutato inesorabilmente: viaggiando per le grandi città ormai capita di vedere scritte in vetrina recitare frasi come “card payment only” a maggior riscontro del fatto che i soldi contanti abbiano “perso” un po’ quel valore tanto ossessivo che in Italia siamo abituati ad attribuirgli. Pensare di pagare pochi euro con una carta o con un mobile wallet, infatti, risulta impensabile nel nostro Paese mentre in altre parti del mondo rappresenta un’esigenza o persino un’imposizione a maggior riscontro dell’importanza acquisita dai nuovi mezzi di pagamento.

Pagamenti: i soldi contanti spariranno nel prossimo futuro?

Una possibilità remota che i soldi contanti potranno essere declinati fino a sparire del tutto vi è, ma sicuramente non è imminente. Senza ombra di dubbio i metodi di pagamento attraverso NFC e pos continueranno a crescere a ritmi elevati andando a costituire sempre di più una forma di pagamento privilegiata e utilizzata come prima scelta. A costantazione di tutto ciò, utilizzando come fonte le ricerche di  Finanso.se,  ci è persino dato sapere che le transazioni contactless toccheranno quota 802 miliardi nel corso del 2020, archiviando una crescita del 9,9% rispetto all’anno passato.

D’altronde non bisogna meravigliarsi: il trend riscontrato nelle ricerche degli ultimi tre anni un po’ lo aveva svelato affermando persino che i pagamenti tecnologici hanno visto un rialzo del 30% andando a coinvolgere solo in Europa 700 milioni di utenti. Cosa il futuro riserverà alle modalità di pagamento, dunque, sembra essere ormai un po’ certo, ma la necessità di avere ancora del contante sembra non voler abbondare la cultura di molte popolazioni, le quali si rifiutano si convertirsi in massa alle nuove tecnologie.