blank

La piattaforma di e-commerce Amazon ha recentemente comunicato di aver deciso di estendere la restituzione dei prodotti acquistati fino al prossimo 31 maggio 2020.

L’emergenza sanitaria COVID-19 sta facendo moltissime vittime e caos in Italia e in tutto il resto del mondo. Il blocco delle attività ha causato un aumento delle domande sui marketplace online. Per questo motivo Amazon si è trovata davanti ad un problema sulle consegne, ma tranquilli potrete restituire fino a fine maggio 2020.

 

Amazon estende la restituzione dei prodotti fino al 31 maggio 2020

Il colosso guidato da Jeff Bezos ha recentemente comunicato che ha deciso, a causa di questa emergenza coronavirus, di estendere la possibilità a tutti gli utenti di rendere i propri prodotti fino al prossimo 31 maggio 2020. L’azienda ha recentemente comunicato di dare priorità ai beni di prima necessità, in quanto non riesce a stare dietro ai milioni di ordini degli utenti di tutto il mondo.

Le misure che l’azienda ha deciso di prendere in considerazione in queste ultime settimane di emergenza sono davvero tante e le più importanti sono risultate quelle di considerare i beni di prima necessità come beni da consegnare il prima possibile, mettendo invece in secondo piano quelli che non sono reputati essenziali. Sicuramente una prova di forza per il colosso dell’e-commerce, che comunque non ha avuto fino ad ora, grossi problemi di approvvigionamento.

L’azienda ha di fatto deciso di aiutare in un altro modo gli utenti, che proprio a cause del blocco dovuto all’emergenza avrebbero avuto difficoltà nel realizzare fisicamente un reso di un prodotto. Nello specifico, tutti i prodotti acquistati tra il 15 febbraio 2020 ed il 30 aprile 2020 potranno essere resi entro il 31 maggio 2020.