postepay-truffe

Di truffe ne conosciamo molte, e sul web ne esistono indubbiamente tantissime. Come banche, enti e aziende varie, Postepay non è esente dall’essere vittima di alcune di esse. A risentirne, in questi casi, sono proprio gli utenti che, ignari dell’inganno, cadono in certi tranelli. Ma come è possibile, allora, difendersi da cose del genere e impedire quindi agli hacker di svuotare i nostri conti correnti? Cerchiamo di spiegarvelo con semplici parole.

Postepay, tutto quello che c’è da sapere sulle truffe, come riconoscerle e impedire inganni

Molte persone possiedono una Postepay Evolution. Gli utenti in questione dovrebbero fare molta attenzione ai messaggi che ricevono sulla propria casella e-mail. Ad esempio, esiste un messaggio che gira da un po’ e avvisa gli utenti di una urgente necessità di correggere i propri dati personali sull’account del conto Postepay. Un messaggio del genere, è un inganno. Proseguendo infatti, vi condurrà a un link presente all’interno del testo, che a sua volta conduce a una pagina molto simile nelle fattezze a quella delle poste italiane. Questa pagina non è altro che un sito fake, creato volutamente da criminali del web per confondere gli utenti e fare in modo che si fidino ad apporvi i propri dati personali.

Qualora non vi accorgeste della differenza e condivideste su questo sito i vostri dati, allo scopo di cambiare la password, la truffa sarebbe riuscita e in poco tempo il conto della vostra Postepay verrebbe svuotato senza scrupolo. Al fine di evitare una cosa del genere, basta ricordarsi una semplice regola: né Poste Italiane, né nessuna altra azienda, ente o compagnia richiede mai i dati di un utente tramite un messaggio di posta elettronica. Se dovesse mai capitare, non solo evitate, ma segnalate alle autorità di riferimento il problema.