trucchi streaming abbonamento Netflix Spotify

In questo periodo di permanenza forzata presso il proprio domicilio, per molti utenti si presenta un’occasione ghiotta per poter dar fondo al proprio elenco personale di serie tv o film da vedere.

Con tutto il tempo che si ha a disposizione, infatti, probabilmente è questo il momento migliore per sottoscrivere un abbonamento ad uno i servizi di streaming video o musicali presenti sul mercato. I più apprezzati sono sicuramente Netflix per quanto riguarda il comparto video (che vanta ad oggi oltre 125 milioni di abbonati in tutto il mondo) e Spotify per quanto concerne la musica.

A questi due servizi già molto apprezzati se ne aggiunto ultimamente un terzo, che corrisponde a Disney+. Arrivato proprio in questi giorni a disposizione degli utenti anche in Italia, la nuova piattaforma di streaming andrà a raggruppare l’universo Disney e Pixar con il mondo Marvel, Star Wars e National Geographic.  Sono moltissimi clienti che hanno già dato fondo il proprio portafogli per sottoscrivere un abbonamento annuale, o che comunque hanno deciso di aderire la prova gratuita di una settimana per verificare la portata di questa introduzione.

I canoni di abbonamento risultano già vantaggiosi per tutti e tre i servizi, ma esiste un modo per risparmiare ancora di più.

Netflix e Spotify: ecco il modo di risparmiare ulteriormente sull’abbonamento

Il metodo più utilizzato è senza dubbio la condivisione dell’account con i propri familiari o amici. Questo assicura di usufruire del massimo dei servizi ad un basso costo. Per chi non avesse però nessun conoscente interessato allo sharing, esiste una soluzione che vi illustriamo più avanti.

Per quanto riguarda Spotify, è disponibile un abbonamento permette di condividere un account con 6 persone differenti, con un costo pari a 15 euro mensili, che pertanto corrispondono a 2,50 euro per ogni persona.

L’offerta Netflix per i propri utenti si articola in tre possibilità, a seconda di quante persone possano accedere allo streaming. Il piano Base prevede la fruizione da parte di un solo spettatore, e ha il costo di 7.99 euro.

Il piano Standard, che consente la visione a due spettatori, va a costare a testa 6 euro, perché il costo di questa opzione corrisponde, dopo gli aumenti apportati, a 11.99 euro. Infine c’è il piano Premium, che consente la visione da parte di altri 3 account oltre a quello del proprietario (quindi 4 utenti totali), al costo complessivo aggiornato di 15.99 euro, che si divide in 4 euro per persona.

Nel caso di Disney+, è possibile condividere l’abbonamento con altre 3 persone, pagando di fatto solamente 17,5 euro a persona per un intero anno di streaming.

Come dicevamo prima, però, non sempre è possibile trovare amici o parenti con cui condividere l’abbonamento. Fortunatamente in Italia un gruppo di giovani ha ideato una startup, TogetherPrice, piattaforma (anche in versione app) che consente di trovare virtualmente altre persone interessate a condividere il proprio abbonamento – in questo caso per Netflix, Disney+ e Spotify  così da formare piccoli gruppi di gestione attraverso un unico intestatario.