Spotify

Spotify si è sempre distinto come piattaforma nei confronti dei creator, tant’è che oggi ha annunciato che aiuterà gli “artisti bisognosi”. La società consentirà ai creator di collegarsi a pagine di donazioni, che siano proprie, di un amico o solo di un’organizzazione. È importante dire Spotify non prenderà parte dei proventi. Gli artisti possono optare per la funzione quando verrà lanciata, che la società afferma che sarà “a breve”. Gli artisti interessati possono iscriversi preventivamente qui.

 

Spotify cerca di aiutare gli artisti, così come stanno facendo altre piattaforme musicali

L’azienda collabora inoltre con varie organizzazioni che raccolgono fondi per i musicisti, tra cui MusiCares, PRS Foundation e Help Musicians. (Sta cercando anche altri partner in tutto il mondo.) La partnership prevede una landing page Spotify dedicata per le donazioni con l’azienda che abbina tutte le donazioni fino a 10 milioni di dollari. Le donazioni devono essere fatte attraverso la pagina di Spotify affinché avvenga la corrispondenza.

La pandemia di COVID-19 ha colpito duramente i creator indipendenti. Perfino i musicisti più famosi hanno dovuto cancellare i tour e spettacoli mentre numerosi locali sono stati chiusi a causa delle restrizioni del governo. Molti hanno buttato l’occhio allo streaming live come opzione alternativa per fare soldi. Inoltre, altre società tecnologiche hanno intensificato il raggio d’azione per aiutare gli artisti a guadagnare denaro. Bandsintown ha collaborato con Twitch, ad esempio, così come SoundCloud.